Creare un blog con Blogger

Il blog è uno strumento utile per presentarsi a un pubblico, parlare di sé e delle proprie passioni e, per quello che ci interessa nell’articolo di oggi, promuovere il proprio libro.

Come ti ho già anticipato un po’ di tempo fa, il blog letterario è un importante strumento di promozione.

Puoi interagire con un blogger chiedendo segnalazioni o recensioni, ma puoi fare di più: creare tu stesso un blog, uno dei tanti strumenti che ti permetteranno di promuovere al meglio i tuoi libri.

Se sei a digiuno di blog e piattaforme, questo è l’articolo che fa per te.

Oggi, infatti, ti parlerò di Blogger, la piattaforma di Google.

Dopo aver letto questo articolo saprai come creare un blog con Blogger e quali sono le sue funzionalità.

Prima fase: iscrizione

Per usufruire del servizio di blogging di Google, è necessario avere un account Google.

L’account Google ti servirà per accedere a tutti i suoi servizi, tra cui anche Youtube.

Per prima cosa, quindi, crea un account Google.

L’operazione è semplice e ci impiegherai meno di cinque minuti.

Una volta attivato l’account, devi visualizzare le app di Google e trovare l’icona di Blogger.

creare un blog con blogger

Siccome non hai ancora nessun blog attivo, ti verrà chiesto di crearne uno.

I passaggi sono semplici e intuitivi:

  1. Inserisci il titolo del blog;
  2. Inserisci l’indirizzo (ATTENZIONE! Il tuo indirizzo sarà miosito.blogspot.com, ma puoi acquistare in seguito un dominio personalizzato miosito.com);
  3. Scegli un tema.

creare un blog con blogger

Una volta terminata questa veloce procedura, il blog è pronto per essere riempito di post e personalizzato.

L’interfaccia di Blogger

Blogger ha un’interfaccia molto semplice. La finestra è divisa in due parti; quella a sinistra rappresenta il menu per navigare nelle varie sezioni.

Vediamo quelle principali.

I post

Nella sezione post troverai tutti i post che hai scritto in ordine cronologico, con accanto l’autore (se nel caso il tuo blog fosse gestito da più persone), il numero di “mi piace” (il +1, +2 di Google Plus), i commenti, le visualizzazioni e la data.

Puoi visualizzare i post pubblicati o le bozze, o entrambi.

creare un blog con blogger

Questa è l’interfaccia di un blog con Blogger; in questo caso il mio blog “L’Antico Calamaio”.

Le statistiche

La sezione statistiche è molto interessante, perché potrai capire qual è il comportamento degli utenti.

Se vai su Panoramica, come nella schermata sotto, puoi vedere il numero di visualizzazione delle pagine e i tuoi lettori fissi (ossia gli utenti che si sono iscritti al blog; sono solo quelli che hanno un account Google).

Troverai anche il numero di visualizzazione di ogni post, che ti è utile per capire quali post attirano di più il lettore, e le origini del traffico, ossia da dove arrivano le visite al tuo blog. Inoltre, in fondo a destra, c’è anche una mappa del tuo pubblico, ossia la sua provenienza.

creare un blog con blogger

Cliccando su Post, sempre rimanendo nelle Statistiche, potrai vedere nello specifico quali sono quelli più cliccati e le eventuali Pagine più visualizzate (ti dirò dopo la differenza tra post e pagine).

creare un blog con blogger

Se clicchi su Pubblico, invece, avrai nel dettaglio una panoramica su chi sono i tuoi utenti, da dove provengono e quale browser e sistema operativo usano.

creare un blog con blogger

Infine, le origini del traffico: dove hanno cliccato gli utenti per raggiungere il tuo blog? Ti è utile per valutare quali canali migliorare.

creare un blog con blogger

I commenti

Questa sezione si commenta da sé, appunto. Qui troverai l’elenco di tutti i commenti presenti sul tuo blog. Puoi eliminarli o classificarli come SPAM se non sono opportuni.

Profitti e campagne

Queste due sezioni sono molto importanti. Sono collegate a due strumenti di Google:

  • Google Adsense;
  • Google Adwords.

Non è questa la sezione per parlarne, poiché ti porterebbe via molto tempo. In maniera molto generica, ti basti sapere che:

  • Con Google Adsense (quindi sezione Profitti) potrai inserire degli annunci di Google sul tuo blog attraverso dei banner posizionati nella barra laterale o nei post e guadagnare una percentuale se gli utenti cliccano su quei banner (pay per click).
  • Con Google Adword (quindi sezione Campagne) potrai creare degli annunci a pagamento per catturare utenti (e clienti).

Le pagine

Come ti ho anticipato prima, esistono post e pagine.

La differenza è molto semplice:

  • I post sono tutti quegli articoli che si succedono sulla homepage di un blog;
  • Le pagine sono fisse, e di solito si trovano sul menu del blog.

Le pagine possono essere, ad esempio, “Chi sono”, “Contatti”, “I miei libri”, eccetera. È importante strutturare al meglio le pagine di un blog per rendere la visita più intuitiva. Ricorda: un blog (ma questo vale anche per un sito!) confusionario, dove non si capisce a che cosa porti il menu, non è un blog che l’utente visiterà con facilità.

Inserisci solo le pagine essenziali e non abbondare.

Semplicità e chiarezza, ricorda.

Layout e tema

Il layout è come vedi il tuo blog, ossia le varie sezioni: il menu, lo spazio per i post, la barra (o le barre) laterali, il footer (tutto quello che sta a fondo pagina).

Lo schema per modificare il layout di Blogger è molto intuitivo, come vedi in questa immagine:

creare un blog con blogger

I rettangoli sono tutte le finestre presenti sul tuo blog, come ad esempio i widget che inserisci nelle barre laterali e nel footer (archivio articoli, archivio categorie, post più letti…). I rettangoli con un bordo grigio si possono spostare; gli altri no.

Ogni layout è diverso a seconda del tema scelto. Il tema è la struttura del blog.

Blogger mette a disposizione alcuni temi, che puoi modificare ad esempio cambiando i colori, i font, la disposizione delle finestre. Ultimamente sono stati inseriti alcuni temi nuovi e più carini graficamente.

Puoi anche decidere di scaricare un tema da un sito esterno, premium (a pagamento) o gratis. Io usavo spesso Btemplates. Per installare un tema non di Blogger, ti è sufficiente andare sulla sezione Tema, cliccare su Backup/Ripristino (in alto a destra) e  caricare il file .xml del tema che hai scaricato.

Altre sezioni: impostazioni ed elenco lettura

La sezione Impostazioni, lo dice il nome stesso, è quella da dove puoi gestire le impostazioni del tuo blog: cambiare titolo, url, gestire i commenti (ad esempio puoi decidere di approvarli prima di renderli visibili);  puoi anche eliminare definitivamente il tuo blog.

L’elenco lettura è dove puoi vedere il feed, ossia i post, dei blog che tu hai deciso di seguire (quindi di diventare un lettore fisso). Non ti serve più, quindi, cercare volta per volta il blog su internet.

Conclusioni: pro e contro di Blogger

Come hai visto in questo articolo, Blogger è una piattaforma molto semplice per chiunque voglia creare un blog. Ha un’interfaccia intuitiva e ci vuole davvero pochissimo per scrivere un post e pubblicarlo.

Purtroppo, a mio parere, Blogger è fin troppo semplice, ed è per questo che mi sono spostata su WordPress, la piattaforma che uso per questo sito. Con Blogger hai meno plugin da installare e utilizzare sul tuo blog, mentre, invece, WordPress ne mette a disposizione a migliaia. Inoltre Blogger è spesso “ostico” nella scrittura dei post, li formatta male e non sempre sono come li vorresti.

Un aspetto positivo di Blogger è che, per i più smanettoni, puoi modificare direttamente il corpo del tuo sito attraverso l’html (lo trovi nella sezione Tema).

verificare errori libroIscriviti alla newsletter per ricevere la mia guida su come migliorare il tuo libro prima di pubblicarlo!

Che cosa troverai:

5 check-list che ti permetteranno di capire se il tuo libro “gode di buona salute”:

  • Verbi
  • Punteggiatura
  • Trama
  • Impaginazione
  • Personaggi e descrizioni

Ti basta inserire nome ed e-mail e questa piccola guida sarà tua 🙂

Inoltre iscrivendoti alla newsletter rimarrai aggiornato sulle novità del mio sito. Tranquillo, odio lo spam. Ti scriverò solo una volta a settimana!